Corruzione a Trapani, arrestati il candidato sindaco e un imprenditore

Un noto armatore, Ettore Morace e il deputato regionale siciliano Girolamo Fazio, candidato sindaco di Trapani, oltre a un funzionario regionale, Giuseppe Montalto, sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di corruzione. L’operazione dei carabinieri di Palermo e Trapani è scattata all’alba. I militari hanno eseguito il provvedimento cautelare emesso dal gip del Tribunale di Palermo, su richiesta della locale procura della Repubblica. Al centro dell’inchiesta ci sarebbero tangenti sui fondi riguardanti il trasporto marittimo a Trapani. L’operazione è coordinata dal procuratore capo di Palermo Francesco Lo Voi e dall’aggiunto Dino Petralia.

Corruzione, ecco chi è il candidato sindaco

«Ripartire da dove tutto si è interrotto». Si era presentato con queste parole ai suoi elettori, qualche settimana fa, Girolamo Fazio, 63 anni. L’ex esponente azzurro, passato due anni fa nel Gruppo Misto dell’Assemblea regionale siciliana, era già stato sindaco di Trapani quindici anni fa e poi nel 2007, e ora si è ricandidato per tentare il suo ritorno a Palazzo D’Alì.  Nel maggio 2012 è eletto consigliere comunale di Trapani nella “lista Fazio” con 610 preferenze. Nel febbraio 2017, a seguito di una causa civile, era stato dichiarato decaduto con un voto dal consiglio comunale di Trapani, ma nell’aprile successivo è stato reintegrato dal tribunale.