Cocaina e calcio: squalificato per due anni il figlio del giornalista Paolo Bargiggia

Due anni di squalifica. Il Tribunale nazionale antidoping (Tna) ha colpito con un duro provvedimento Luca Bargiggia, attaccante del Pontedera (Lega Pro) risultato positivo a un metabolita della cocaina in un controllo effettuato dalla Nado Italia al termine della gara Renate-Pontedera del 23 ottobre 2016. La squalifica decorre dal 9 maggio 2017 e scadrà l’8 marzo 2019. Luca è figlio di Paolo Bargiggia, noto giornalista e conduttore di Mediaset Premium. Il giocatore, cresciuto prima nell’Inter e poi nel Varese, era stato già sospeso in via cautelare. In passato il ragazzo era stato squalificato per 10 giornate dopo aver proferito insulti razzisti ai danni di un avversario dopo un diverbio con Hamza Oubakent, centrocampista della Virtus Castelfranco, italiano ma di origine marocchina. Anche Oubakent era stato squalificato anche lui per tre giornate per via della colluttazione seguita agli insulti.