Clandestini, Gasparri: “Inibire l’attracco alle ong poco trasparenti”

Questa invasione deve finire. Solo per il G7 il governo mette un freno ai cllandestini, ma poi possono tornare. “Il governo ritiene ancora compatibile togliere ben 5 miliardi agli italiani e destinarli all’accoglienza degli immigrati dopo le vergognose notizie che giungono dalla Calabria? Abbiamo la prova che la ‘ndrangheta ha fatto affari con i clandestini. Che ci sono organizzazioni che lucrano sul traffico di persone. Dietro la maschera della misericordia e dell’umanitarismo si celano in tanti casi veri e propri criminali. Il governo italiano non può più far finta di nulla”. Lo dichiara  il senatore Maurizio Gasparri di Forza Italia. “Basta con la retorica dell’accoglienza. Si agisca subito – aggiunge – impedendo altri sbarchi e bloccando tutti i fondi che per l’anno in corso si voleva destinate a chi si occupa di gestire gli extracomunitari. Servono verifiche, trasparenza, certezza che quelle risorse non vadano in mani sbagliate”. “Domani – prosegue – ci saranno le conclusioni dell’indagine fatta dalla commissione Difesa del Senato. Punteremo l’attenzione sulle Ong poco trasparenti e poco collaborative, su chi è in mare per arricchire gli scafisti libici e su chi specula sugli ingressi in Italia. È tempo di agire. Va impedito alle Ong sospette di attraccare nei nostri porti e al tempo stesso è indispensabile avviare un’indagine complessiva sul volontariato. Ogni ulteriore tentennamento del governo saprebbe di collusione”.