Choc a Torino, 54enne tenta il suicidio soffocandosi con un sacchetto

Fortunatamente la cronaca di un suicidio annunciato è riuscita a trasformarsi, grazie al tempestiuvo intervento dei carabinieri, nella storia, drammatica ma a lieto dìfine, di un salvataggio in extremis.

Chiama il 118 per avvisare del suicidio con un sacchetto

E infatto, aveva chiamato il 118 per avvisare che si sarebbe tolta la vita, ma non è riuscita nell’intento per l’intervento immediato e risolutivo dei militari che l’hanno salvata. La protagonista di questa incredibile vicenda è una 54enne residente nel Canavese che, venerdì sera, ha telefonato al 118 per annunciare le sue intenzioni. Immediate sono scattate le ricerche della sua abitazione da parte del personale del 118, dei vigili del fuoco e dei carabinieri.

Salvata dal tempestivo intervento dei carabinieri

Quando la casa è stata individuata, un militare ha prima suonato alla porta, poi, non ottenendo risposta, è passato dalla porta finestra, e, forzando l’ingresso, è entrato nell’appartamento dove ha trovato la donna distesa sul divano con un sacchetto di nylon sulla testa e annodato al collo che non le permetteva di respirare. Soccorsa, la donna è stata trasportata in ospedale, dove è stata rianimata e monitorata. Le ragioni del gesto estremo sono sconosciute: di certo c’è solo che la donna non è riuscito a compierlo…