Caos nei cieli: a Londra computer in tilt, a Roma sciopero Alitalia

La British Airways si augura di poter “tornare alla normalità” stamane allo scalo di Gatwick e di “riprendere la maggior parte dei voli” a quello di Heathrow dopo i seri problemi registrati al sistema informatico che gestisce gli scali e che ieri ha costretto la compagnia a cancellare tutti i voli. Lo riporta la Bbc. I passeggeri descrivono scene “caotiche” presso gli aeroporti, con le critiche alla compagnia aerea per la mancanza di informazioni. La British Airways si è scusata ed ha predisposto il rimborso e il cambio di prenotazione per i clienti. I computer in tilt, ad ogni modo, sarebbe stato provocato da un guasto elettrico e non da un attacco di hacker, ha precisato la British Airways. La stessa compagnia invita le persone in partenza di controllare lo stato del proprio volo sul sito www.ba.com prima di recarsi in aeroporto. Un portavoce BA ha detto: “Stiamo continuando a lavorare sodo per ripristinare tutti i nostri sistemi IT. Siamo estremamente dispiaciuti per l’enorme disagio causato ai clienti”. La stessa compagnia invita le persone in partenza di controllare lo stato del proprio volo sul suo sito prima di recarsi in aeroporto.

Nei cieli italiani cancellati metà dei voli Alitalia

Non va meglio per gli italiani che devono viaggiare in aereo. Sono quasi 200 i voli Alitalia cancellati oggi per lo sciopero indetto dai sindacati Confael Assovolo e Cub circa il 50% dei voli previsti nelle ore dello sciopero (10.00-18.00). Oltre l’80% dei passeggeri comunque, fa sapere Alitalia, è stato riprotetto su altri voli. Non dovrebbero esserci difficoltà neanche per i rientri delle delegazioni presenti a Taormina per il G7 dato che è stata aumentata la capacità dei voli confermati con la previsione di aerei più capienti.