Canada, vacanze e hotel di lusso gratis a chi non va a caccia di orsi

Iniziativa singolare in Canada per salvare gli orsi bruni: hotel gratis per chi non li caccia.  La notizia pubblicata sull’Indipendent ha fatto il giro del mondo. Come si legge sulla Stampa nella Columbia Britannica, la più occidentale delle province canadesi, la neve si è sciolta lasciando spazio alla primavera. Dalle loro tane iniziano a uscire i grizzly che, dopo il letargo, ricominciano a vivere nei meravigliosi scenari naturali del nord America. Ma è anche il momento in cui i cacciatori si mettono sulle loro tracce per farne dei trofei. C’è però chi ha avuto un’ottima idea per disincentivare il popolo dei fucili: due resort di lusso canadesi hanno deciso di regalare soggiorni gratis ai cacciatori che rinunciano a uccidere uno degli animali simbolo di quelle zone. In Canada l’attività venatoria è regolamentata e i grizzly sono protetti da particolari normative: anche i residenti hanno bisogno di un’autorizzazione speciale per poterli cacciare e il governo organizza delle lotterie ogni primavera e autunno per distribuire i permessi con i contagocce. La lotteria che si sta svolgendo in questo periodo ha termine il 26 maggio. 

Canada, le varie inizitive per salvare gli orsi

Nel 2015, come riporta la Stampa, il Nimmo Bay Wilderness Resort, che si trova nella Foresta pluviale del Grande Orso, ha lanciato “Bullets for Binos” (Proiettili in cambio di binocoli”), il programma che offre una vacanza del valore di circa 11mila dollari canadesi (circa 8mila euro) a chi rinuncia alla sua licenza. E l’offerta è davvero difficile da rifiutare: tre settimane di vacanze per due persone in una struttura di lusso, comprese escursioni, osservazioni di orsi e balene, discese in kayak e camminate. Un pacchetto da 11mila dollari canadesi contro una licenza che costa al massimo 160 dollari canadesi.