Bye bye Obamacare, vittoria di Trump: “Troppa gente è stata danneggiata” (video)

I deputati della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti hanno approvato l’abolizione dell’Obamacare, con una ristretta maggioranza di 217 voti a favore e 213 contrari. Il voto rappresenta un successo per l’amministrazione di Donald Trump e repubblicani, che il 24 marzo erano stati costretti a rinunciare a portare il provvedimento in aula in mancanza del consenso necessario. Il provvedimento dovrà andare ora in Senato dove la sua approvazione non sarà tanto semplice.

Trump: “L’Obamacare non è sostenibile”

Il voto rappresenta anche una vittoria per lo speaker della Camera Paul Ryan, che lavorava a questo scopo fin da gennaio. “Questo provvedimento mantiene le promesse che abbiamo fatto al popolo americano – ha detto in aula prima del voto – molti di noi hanno aspettato sette anni per poterlo fare. Molti di noi sono qui perché avevano promesso di farlo”. Ma se i repubblicani cantano vittoria, la minoranza democratica prevede che l’abolizione della riforma sanitaria voluta da Barack Obama sarà devastante per la salute degli americani. In realtà le cose non sono così. Quello che Trump promette è un’assistenza sanitaria semplificata, migliore e per tutti meno costosa. Trump ha promesso che eserciterà tutto il suo peso per contrastare i diktat delle case farmaceutiche e delle assicurazioni «che non andranno più protette politicamente come in passato». “La gente deve ricordare che l’Obamacare non funziona e non è sostenibile”, ha ripetuto più volte, “e ha danneggiato molte persone”. Ora se la vedrà con i senatori. Intanto il Vaticano ha reso noto che Papa Francesco riceverà il 24 maggio il presidente americano nel corso della sua visita a Roma. A fine mese Trump incontrerà il presidente della Repubblica Mattarella, prima del G7 di Taormina fissato per il 26 e il 27 di maggio.