Bus e tram, stangatina sui viaggiatori: tariffe più care in base al reddito

Stangatina in arrivo per  i cittadini che usano i mezzi di trasporto pubblico. Regioni e Comuni potranno incrementare il prezzo degli abbonamenti in base al reddito dei viaggiatori. La novità è contenuta in un emendamento al decreto legge di correzione dei conti pubblici approvato dalla commissione Bilancio della Camera, ”al fine di consentire il conseguimento degli obiettivi di copertura dei costi con i ricavi del traffico”.

I parametri che verranno utilizzati per stabilire il costo del trasporto pubblico locale sono: l’applicazione dell’Isee, i livelli di servizio e la media dei livelli tariffari europei,  i principi della semplificazione, l’integrazione tariffaria tra diverse modalità e gestori e il corretto rapporto tra tariffa e abbonamenti ordinari.

Ennesima trovata dunque per evitare una riduzione degli sperperi e sanare i bilanci in rosso mettendo le mani nelle tasche degli utenti.