Brunetta: alle urne il 24 settembre, se approviamo la legge a inizio luglio

“Con i colleghi del Partito democratico si è parlato della data della Camera. Andare in Aula il 5 luglio e approvare la legge elettorale nei tempi previsti dal dibattito parlamentare, per poi passare al Senato e anche lì approvarla nel più breve tempo possibile”, auspicabilmente “entro la prima settimana di luglio”. Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, dopo l’incontro col Pd sulla legge elettorale. “Per quanto ci riguarda, si può andare alle elezioni anche il 24 settembre“, ha concluso il parlamentare azzurro. Non è d’accordo qualcuno: ”Quando si andrà al voto? Tutti scommettono sul 24 settembre, io scommetto sulla ragionevolezza dell’8 ottobre, giusto per lasciar tranquilli gli italiani sotto l’ombrellone, se gli chiediamo le firme sotto Ferragosto, ci ammazzano…”. A dirlo è il senatore Pd Stefano Esposito, che oggi è stato ospite del programma di Rai Radio1 Un giorno da pecora, condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Alla Lega Nord non importa la data, basta che si voti: “Abbiamo confermato il via libera della Lega alla legge elettorale. Avremmo preferito un sistema maggioritario più rispettoso della volontà popolare ma il nostro obiettivo prioritario è votare il prima possibile e far tornare a scegliere ai cittadini da chi essere governati”. Così Giancarlo Giorgetti e Massimiliano Fedriga al termine dell’incontro con Ettore Rosato e Pierluigi Zanda sulla legge elettorale.