Bologna, arriva Renzi. Contestato assieme ai ministri Poletti e Fedeli

Contestazioni per i ministri Giuliano Poletti e Valeria Fedeli e per il segretario nazionale del Partito democratico Matteo Renzi, arrivati a Bologna all’incontro, organizzato dal Pd, ‘Riforma zero-sei. Dalle parole ai fatti’ in corso al teatro Testoni. Una riforma che, dopo quella della “buona scuola”, si occupa della formazione die bambini da 0 a 6 anni. 

Il Sistema integrato di educazione e di istruzione è costituito da: servizi educativi per l’infanzia, articolati in nido e micronido; servizi integrativi; sezioni primavera. Scuole dell’infanzia statali e paritarie.

Il nido e il micronido accolgono i bambini tra i 3 e i 36 mesi, le sezioni primavera i bambini tra i 24 e i 36 mesi, la scuola dell’infanzia i bambini tra i 3 e i 6 anni. I servizi  educativi per l’infanzia sono gestiti dagli Enti locali in forma diretta o indiretta, da altri enti pubblici o da soggetti privati.

Una trentina di manifestanti, appartenenti a diverse sigle tra cui Usb scuola Bologna, Comitato bolognese Scuola e Costituzione e Cobas Bologna, hanno esposto all’esterno del teatro striscioni con le scritte: “Giù le mani dalla scuola”; “Renzi 6 uno 0”; “Renzi 0-6 e zero resterai”; “In-Fedeli alla linea”. Arrivato a sorpresa anche il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, a cui sono stati indirizzati, dai manifestanti frasi di protesta: “Una partita di calcetto per trovare lavoro…Vergogna” e ancora “Grazie per quello che state facendo per i giovani con una disoccupazione giovanile quasi al 40 per cento”.