Blue Whale, l’ideatore in cella: «Non sono pentito». Ecco quali sono le sfide mortali (VIDEO)

Chi credeva che l’orrore della sfida mortale di balena azzurra, ingaggiata sul web per conto di una mente perversa e ordita ai danni di fragili vittime mandate allo sbaraglio e istigate a suicidarsi, si “limitasse” alla atrocità delle prove sottoposte ai ragazzi adescati online purtroppo si sbagliava ed è costretto a ricredersi. E al linea dell’aberrazione si sposta ancora un po’, sempre più pericolosamente in avanti…

Blue Whale: le sconcertanti dichiarazioni del suo ideatore

Arrestato dagli agenti russi dopo un lungo lavoro d’indagine, infatti, l’ideatore del perfido “gioco” che in palio mette la morte, ha spiazzato tutti quando, richiamato alle proprie responsabilità – a lui sono addebiatti almeno una quindicina dei 157 suicidi accreditati fin qui – il 22enne russo Philipp Budeikin, reo confesso studente di psicologia e ideatore del Blue Whale, ha dichiarato: «Non sono pentito di ciò che ho fatto, anzi: un giorno capirete tutti e mi ringrazierete». Nessun pentimento, dunque, nessuna remora, nessun ripensamento. Eppure l’autorità giudiziaria russa addebita proprio sul suo conto il suicidio di una quindicina di adolescenti, invitati «a lasciarsi cadere dal piano del palazzo più alto della città per riprendersi la propria vita». L’ultima delle terrificanti 50 prove previste dal “gioco” che ha attirato con l’inganno su Vk, il social network più in voga in Russia, centinaia di giovani e giovanissimi chiamati alla sfida letale. Ecco le prime 10 prove previste per arrivare poi al teagico finale, passando per la richiesta di guardare video psichedelici e dell’orrore tutto il giorno, l’imposizione ad ascoltare la musica che inviano i curatori, il diktat a tagliarsi un labbro, passare più volte un ago sulla mano, procurarsi del dolore, farsi del male,stare per un po’ sul bordo di un ponte e poi cercarde di salire su una gru. E qalla fine, farsi ingoiare dal vuoto che evidentemente risucchia l’anima e la psiche di chi riesce a pensare e a fare tutte queste cose.

Ecco le prime 10 sfide previste da Blue Whale

1 Incidetevi sulla mano con il rasoio “f57” e inviate una foto al curatore

2 Alzatevi alle 4.20 del mattino e guardate video psichedelici e dell’orrore che il curatore vi invia direttamente

3 Tagliatevi il braccio con un rasoio lungo le vene, ma non tagli troppo profondi. Solo tre tagli, poi inviate la foto al curatore

4 Disegnate una balena su un pezzo di carta e inviate una foto al curatore

5 Se siete pronti a “diventare una balena” incidetevi “yes” su una gamba. Se non lo siete tagliatevi molte volte. Dovete punirvi

6 Sfida misteriosa

7 Incidetevi sulla mano con il rasoio “f57” e inviate una foto al curatore

8 Scrivete “#i_am_whale” nel vostro status di VKontakte (VKontakte è il Facebook russo, ndr)

9 Dovete superare la vostra paura

10 Dovete svegliarvi alle 4.20 del mattino e andare sul tetto