Anche la Disney sotto attacco hacker: rubato il nuovo “Pirata dei Caraibi”

 

Dopo il gigantesco attacco, noto come WannaCry, che ha colpito oltre 200.000 computer in tutto il mondo, anche la Disney è finita nel mirino degli hacker che, secondo diverse fonti statunitensi, avrebbero trafugato il prossimo film “Pirati Dei Caraibi – La Vendetta di Salazar” in uscita tra il 24 e il 26 Maggio. Secondo quanto riferisce ‘The Hollywood Reporter’, il Ceo dell’azienda Disney, Bob Iger,  ha tenuto un meeting con i dipendenti di una delle controllate ABC, rivelando di aver ricevuto una richiesta di riscatto in Bitcoin, valuta elettronica virtuale, per impedirne la divulgazione online. L’amministratore delegato dello studio, non ha rivelato il nome del film, ma ha detto che Disney si rifiuta di pagare e sta lavorando con gli investigatori dell’Fbi.

Disney, riscatto cybercriminale

Gli hacker hanno affermato che diffonderanno in Rete una serie di blocchi da 20 minuti del film, fino all’opera completa, se le loro richieste non verranno rispettate. La mossa ricorda quanto successo lo scorso weekend con WannaCry, ma al momento non si sa se ci siano collegamenti. La Disney non è il primo studio cinematografico a finire nel meccanismo del riscatto cybercriminale. Solo una settimana fa era stata diffusa online l’indiscrezione che l’attesissimo “Star Wars: Gli Ultimi Jedi”, di cui è pronta una copia ancora in fase di lavorazione, fosse stata piratato, ma successivamente la notizia è stata smentita.