600 chili di rame e lampioni rubati: blitz a Roma in due campi rom

Due furgoni carichi di rame e lampioni stradali rubati sono stati sequestrati dalla polizia, durante le operazione di contrasto ai traffici illeciti nei campi rom in via di Salone e in via Salviati a Roma. Gli uomini del gruppo Sicurezza pubblica emergenziale hanno passato al setaccio le aree limitrofe e adiacenti ai due campi autorizzati della Capitale, scovando e sequestrando poi due furgoni, con un carico complessivo di oltre 600 chili di rame. I furgoni erano guidati da altrettanti conducenti di etnia serbo bosniaca, entrambi deferiti all’autorità giudiziaria.

Blitz nei campi rom: anche 4 macchine rubate

Oltre al sequestro di furgoni, uno dei quali sottratto ad un conducente sorpreso tre volte alla guida, nonostante la revoca della patente, sono stati rinvenuti presso il campo nomadi di Via di Salone ben 4 veicoli rubati, alcuni dei quali già riaffidati ai legittimi proprietari”. Sulla vicenda è intervenuto il coordinatore romano dell’UGL Polizia Locale, Marco Milani, che ha dichiarato  in una nota: «Le proficue attività di controllo e repressione degli illeciti nei campi rom, svolte dal gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale di Roma Capitale, dovrebbero far riflettere la sindaca Raggi e l’amministra, per  impedire, come previsto dalla recente bozza di riordino del Corpo proposta, la soppressione del gruppo SPE, da sempre in prima linea nel fronteggiare l’emergenza nomadi. Auspichiamo che tali esperienze e risorse del Corpo non vengano soppresse ne tantomeno delocalizzate».