Un listone sovranista riunirà Lega e Fratelli d’Italia? Per Toti non basta…

Lega e Fratelli d’Italia vorrebbero presentarsi insieme, con un unico nome, con l’obiettivo del 20%. La Stampa di Torino, in un retroscena molto dettagliato, presenta così una possibile novità politica delle prossime settimane, con al centro un patto di ferro tra Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Secondo l’articolo del quotidiano piemontese, all’interno del simbolo sarebbero inseriti i nomi dei due leader e in aggiunta i loghi delle quattro liste: Lega Nord, Fratelli d’Italia, Noi con Salvini, Amici di Giorgia. L’obiettivo politico è intrecciare i consensi per sfondare al nord e al sud e superare la possibile quota di 100 parlamentari, surclassando Forza Italia. “Di fatto- spiega La Stampa –  la strategia è stata tenuta nascosta da Salvini per evitare ripercussioni all’interno del Carroccio. La Lega, infatti, si appresta ad andare a congresso, il prossimo 21 maggio. Il modello a cui guardano è quello trumpista e anche lo slogan strizza l’occhio a «The Donald»: il leit motiv sarebbe infatti «Prima gli italiani».  

Il listone sovranista e la frenata di Toti

«Com’è noto sono tra i propugnatori estremi di un’unità del centrodestra, della necessità di superare gli attuali schemi, di andare verso un partito dei repubblicani largo, che prenda tutte le sensibilità. L’eventuale lista sovranista credo sia una parte di questo percorso, non può essere tutto lì», è il primo commento di Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria, che risponde così alle domande dei giornalisti sul tema della possibile lista sovranista lanciata dai leader nazionali della Lega Nord e di Fratelli d’Italia. «Occorre – ha detto Toti – sedersi intorno a un tavolo e allargare il più possibile i confini di un centrodestra e dargli un contenitore dove tutti gli italiani della nostra parte politica si riconoscano». Sul tema di una possibile lista sovranista a Genova Toti frena. `A Genova – ha spiegato – ci saranno le liste dei partiti, tutti, che appoggiano il nostro candidato Marco Bucci, che convince tutti. Un centrodestra larghissimo con tutte le sensibilità, Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Liguria popolare, Direzione Italia più la lista civica del sindaco che raccoglierà le energie civiche migliori di questa città intorno a un progetto che ha convinto tutti e credo convincerà anche i cittadini».