Trump “tifoso” di Marine. Tutti zitti però per la telefonata di Obama a Macron

“Un altro attacco terroristico a Parigi. Il popolo francese non ne può più. Avrà un grande effetto sulle elezioni presidenziali“. Così il presidente degli Stati Uniti Donald Trump su twitter, che già ieri sera, durante la conferenza stampa con il premier Paolo Gentiloni, aveva espresso “solidarietà” alla Francia. Un messaggio che è stato subito interpretato come un tifo neanche tanto mascherato per la candidata Marine Le Pen. Tuttavia, che l’attentato avrà un peso, soprattutto emotivo, sul voto francese di domenica non è certo un pensiero esclusivo di Trump. 

In ogni caso le parole di Trump sono state lette come implicito sostegno al messaggio anti-immigrati del Front National in sintonia con quello del presidente americano. “In Francia, come mostra chiaramente il tweet di oggi, fa il tifo per Le Pen”, ha affermato su Twitter Ian Bremmer, il politologo fondatore e presidente del think tank Eurasia Group. In realtà, Trump fino ad oggi aveva mantenuto una voluta neutralità sul voto in Francia e anche nella conferenza stampa della notte scorsa alla Casa Bianca con il premier Paolo Gentiloni, che si è svolta dopo che da Parigi erano arrivate le notizie del nuovo attentato, aveva evitato di rispondere ad una domanda diretta, parlando in generale del rapporto con l’Europa.

Al contrario di Trump, che non nomina esplicitamente la Le Pen, Barack Obama nelle ultime ore si è reso protagonista di una sortita nel campo delle elezioni francesi, con una telefonata a Emmanuel Macron, il candidato di centrosinistra in testa nei sondaggi. Secondo alcune fonti, sarebbe stato Macron a chiedere il contatto con l’ex presidente che si era personalmente speso contro la Brexit. “Il presidente Obama ha apprezzato l’opportunità di ascoltare da Macron del suo programma elettorale e delle importanti prossime elezioni presidenziali ” ha detto il portavoce dell’ex presidente Kevin Lewis ricordando come la Francia sia “leader nella difesa dei valori liberali in Europa e nel mondo”. Da parte sua, Macron ha postato su twitter il video della telefonata, con Obama in viva voce, con la scritta, in inglese, “continuiamo a difendere i nostri valori progressisti, grazie per la conversazione @Barack Obama”.