Trentunenne suicida per le foto hard, archiviazione per i 5 indagati

È stata archiviata dal gip di Napoli la posizione dei 5 indagati per la diffusione dei video e delle foto hard  di Tiziana Cantone, la 31enne che lo scorso 13 settembre si è tolta la vita a Mugnano, in provincia di Napoli. Il gip ha accolto la richiesta della Procura di Napoli, che aveva aperto un fascicolo a seguito  dell’esposto presentato dalla 31enne nel quale indicava i nomi delle  persone che avrebbero ricevuto da lei il materiale fotografico e i video che hanno poi avuto ampia diffusione sul web e dei quali chiedeva la rimozione.

La Procura di Napoli aprì un fascicolo nel quale ipotizzava il reato  di diffamazione, iscrivendo nel registro degli indagati i 5 nomi quale atto dovuto alla luce dell’esposto presentato. Contestualmente alla  richiesta di archiviazione per i 5 indagati, la Procura ha aperto un  ulteriore fascicolo nel quale ipotizza il reato di calunnia nei  confronti di Sergio Di Palo, l’ex fidanzato di Tiziana Cantone, che  secondo i pm avrebbe spinto la stessa Tiziana a presentare l’esposto  indicando i 5 come responsabili della diffusione dei video.