Thailandia, impicca la figlia di 11 mesi e poi si uccide in diretta su Facebook

Choc in Thailandia. Ha impiccato la figlia di undici mesi sul tetto di un edificio abbandonato e poi si è impiccato anche lui, riprendendosi in un video in diretta su Facebook. È accaduto sabato sera a Phuket, nel sud della Thailandia, come conferma la polizia locale alla dpa. L’uomo, Wuttisan Wongthalay, 21 anni, ha postato il videoclip sulla sua pagina Facebook nella tarda serata di ieri. È stata la moglie, Jiranuch Trairat, anche lei ventunenne, ad avvisare la polizia di Phuket, che ha poi trovato i corpi del padre e della figlia sul tetto di un albergo abbandonato in città.

Thailandia, il racconto della moglie

Jiranuch ha raccontato alla polizia che il marito e la figlia erano scomparsi dopo che lei e Wuttisan avevano avuto una discussione su un altro bambino che la donna aveva avuto dal suo ex partner. La donna ha spiegato che Wuttisan aveva in più occasioni abusato di lei e che era geloso in modo paranoico, accusandola di avere altre relazioni.