Tasse, ecco le nuove scadenze per pagare Iva, Tasi, Irpef, Ires e Irap

Iva, acconti Imu, Tasi, Irpef, Ires e Irap. Come fare per ricordare tutte le date entro cui pagare le tasse? Il governo, tramite il decreto 193/2916, ha disposto il differimento dei termini di versamento delle imposte derivanti dalle dichiarazioni dei redditi. Cambiano perciò le scadenze per la presentazione del modello Redditi 2017, modello 730, Irap e dichiarazione Iva, coi rispettivi termini di versamento.

Tasse, ecco le scadenze

In particolare la scadenza per il versamento delle imposte relative alla dichiarazione Redditi 2017 (ex modello Unico), slitta al 30 giugno mentre i termini per presentare il 730 precompilato scadranno il 7 luglio nel caso di presentazione al sostituto d’imposta oppure al Caf o al professionista, e il 23 luglio nel caso di presentazione diretta all’Agenzia delle entrate. Vediamo, nel dettaglio, quali sono le novità e i principali appuntamenti legati alle scadenze fiscali del 2017.

Aprile – Scadenze Iva. Va comunicato lo spesometro annuale relativo al periodo d’imposta 2016: entro il 10 per i contribuenti Iva mensili; entro il 20 per i contribuenti Iva trimestrali. Da metà mese, inoltre, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti le dichiarazioni dei redditi modello 730 e modello Unico precompilati.

Maggio – Entro il 31 si deve inviare la comunicazione delle liquidazioni Iva del primo trimestre 2017. Si tratta di una parte dello spesometro trimestrale, visto che altri due trimestri devono essere comunicati insieme entro luglio. Entro fine mese, inoltre, chi ha presentato domanda di adesione agevolata per la rottamazione delle cartelle Equitalia riceverà gli opportuni conteggi con gli importi delle rate da versare.

Giugno – Niente più Tax Day, ma le scadenze fiscali di giugno 2017 dividono in due il mese: entro il 16 si devono pagare Imu e Tasi (tasse sulla casa di proprietà); entro il 30 vanno versati Irpef, Ires e Irap (come da dichiarazione dei redditi modello Unico). Tali disposizioni valgono sia per le persone fisiche che per le società di persone (in relazione all’Irpef); valgono inoltre in caso di operazioni straordinarie, eseguite da persone fisiche o società, effettuate prima del 31 dicembre dell’anno per il quale viene presentata la dichiarazione dei redditi.

Luglio – Entro il 7 vanno inviati da Caf e intermediari almeno l’80% dei modelli 730 precompilati. Se questo vincolo verrà rispettato, sarà possibile inviare il resto dei modelli entro lunedì 24 luglio. Vanno poi inviate telematicamente le certificazioni uniche dei lavoratori autonomi non interessati alla compilazione del modello 730 precompilato.

Settembre – Le scadenze fiscali di questo mese sono limitate alle comunicazioni delle liquidazioni Iva. Il nuovo spesometro, con il maxiemendamento al Milleproroghe 2017, è stato posticipato al 18 settembre 2017 per il primo semestre dell’anno e al 28 febbraio 2018 per il secondo semestre;

Ottobre – Solo una scadenza importante: l’invio telematico della dichiarazione dei redditi.

Novembre – È la volta del secondo acconto di imposte e contributi: Irpef, Ires, Irap, Inps da pagare entro fine mese.

Dicembre – Ultime scadenze fiscali dell’anno: saldo Imu e Tasi entro il 16 e acconto Iva 2017 entro il 27.