Tapiro a Roberto Benigni: «Ho copiato Sermonti? Io non copio, cito»

Valerio Staffelli di “Striscia la Notizia” ha consegnato il Tapiro d’oro a Roberto Benigni per avere copiato la dedica alla moglie Nicoletta Strambelli da una dedica di Vittorio Sermonti alla sua consorte. Durante il discorso di ringraziamento pronunciato in occasione del premio David di Donatello alla carriera, Benigni ha pronunciato un discorso pressoché identico a quello scritto dal dantista Sermonti in un suo libro.

Il discorso di Benigni copiato da Sermonti

Benigni aveva detto, riferendosi alla consorte Nicoletta Braschi: «Ho fatto tutto con lei, per lei e grazie a lei. Quindi questo premio non è mio, è suo, le appartiene. E vorrei tanto che fosse lei in cuor suo a dedicarlo a me. Grazie bella!». Ebbene, proprio quella dedica con la frase “in cuor suo” coincidente, è stata dedicata trent’anni fa da Sermonti alla moglie Ludovica e pubblicato nell’introduzione all’Inferno di Dante, nel 1987.

GUARDA IL VIDEO DI BENIGNI CHE RICEVE IL TAPIRO

Intercettato a Roma da Valerio Staffelli, l’attore non ha negato: «Era un’ispirazione, ma non la stessa frase. Quando si trova una cosa bella, chiunque ha il desiderio di ripeterla: si chiama citazione. Sermonti era un grandissimo dantista, quindi ho voluto rendergli omaggio. È la cosa più bella copiare… è l’origine dell’arte».