Sprechi alimentari: nella pattumiera di casa buttiamo almeno 360 euro l’anno

Proprio così: nella pattumiera di casa nostra noi, popolo green, eco-consumatori e caparbi spreconi di sempre, buttiamo almeno 360 euro l’anno di scarti e sprechi, per non parlare di quanto accade nelle mense scolastiche, dove si butta abitualmente fra il 30 e l’80% del pasto…

Sprechi alimentari, nella pattumiera buttiamo 360 euro l’anno

Studi, ricerche cicliche e aggiornamenti annuali, confermano tutti dunque che ammonta a circa 6 milioni di tonnellate il cibo gettato ogni anno prima di arrivare sulle tavole degli italiani, pari al 17% dei consumi alimentari annui. E che, a livello domestico, si stimano fra i 4 e i 5 milioni di tonnellate di sprechi alimentari ogni anno, circa 145 kg di cibo ogni 12 mesi per famiglia, per un valore di 360 euro di perdite. O meglio  di scarti e di sprechi. Come se non fosse poi abbastanza quanto accade nelle case degli italiani, si apprende anche che, ogni giorno nelle mense delle scuole dei nostri bambini, a seconda della pietanza servita, va sprecato fra il 30% e l’80% del pasto, gettato nella pattumiera dopo che è passato nel piatto del bimbo che l’ha avanzato.

La necessità di una cultura alimentare

“Quale miglior luogo, dunque, per intraprendere un percorso di educazione con l’obiettivo di far rinascere una cultura alimentare che nel corso delle ultime generazioni si è andata smarrendo?”, chiede Luca Falasconi, cofondatore di Last Minute Market e curatore del progetto Reduce, diffondendo i dati in vista della Giornata della Terra che si celebra il 22 aprile. Una educazione al cibo e al divieto di spreco che andrebbe impartita, indifferente, ad adulti e bambini: utile ad imparare a mangiare in modo sano e corretto, senza sprecare quanto ci si ritrova nel piatto.