Si è impiccato nella sua cella l’omicida Hernandez, la star del football Usa

È stato trovato impiccato con un lenzuolo all’inferriata della sua cella Aaron Hernandez, l’ex star del football americano condannato nel 2015 all’ergastolo per omicidio. Lo ha reso noto il portavoce del carcere Souza Baranowski di Shirley, Massachusetts, dove il 27enne stava scontando la pena, precisando che sono stati fatti, invano, dei tentativi di rianimare il detenuto. Rinchiuso in una cella da solo, l’ex giocatore dei New England Patriots aveva “tentato di bloccare la sua porta dall’interno ammassando una serie di oggetti”, si legge ancora nella dichiarazione delle autorità carcerarie, descrivendo quindi le circostanze di quello che appare come un suicidio ed aggiungendo comunque che la polizia dello stato ha aperto un’inchiesta.

L’ex campione del football doveva scontare l’ergastolo

L’ex campione di football era stato condannato all’ergastolo senza possibilità di chiedere la libertà condizionata per l’omicidio di Odin Lloyd, un altro giocatore semi professionista di football che era fidanzato con la sorella della compagna di Hernandez. Meno di una settimana fa era stato assolto in un processo per un altro duplice omicidio. La morte della star è avvenuta nel giorno in cui i suoi ex compagni di squadra sono attesi alla Casa Bianca per celebrare la loro vittoria al Super Bowl.