Scopre foto osé della moglie sul cellulare e la picchia sul posto di lavoro

Quando ha visto alcune foto osé sul cellulare della moglie, l’ira ha subito avuto il sopravvento. Così, come racconta il Messaggero, l’uomo si è messo in macchina e si è recato all’outlet di Noventa di Piave, dove la moglie lavora, con l’intenzione di affrontarla subito e chiederle conto di quegli scatti per lui decisamente troppo osè. Ed è stato più veloce di tutti. Ha sorpreso clienti e dipendenti che certo non si aspettavano di trovarsi di fronte a uno psicodramma coniugale, né tanto meno a un epilogo così brutale. Ed ha sopreso soprattutto la moglie.

Foto osé, le minacce e il ceffone 

L’uomo, come riporta il Messaggero, è entrato urlando nel negozio e l’ha fronteggiata e minacciata. Poi, le ha dato un ceffone  in pieno volto. Lei intontita ha perso l’equilibro ed è caduta all’indietro sbattendo il capo su uno scaffale. Trasportata in ambulanza all’ospedale di San Donà di Piave e sottoposta a tac, se la caverà in quindici giorni. È la prognosi dei medici che l’hanno visitata e che hanno stilato il referto per trauma cranico commotivo e contusioni cranio facciali. Adesso sarà la donna a decidere se denunciare o meno il marito che infuriato l’ha colpita con tanta violenza provocandole un trauma cranico.