Roma, finti poliziotti romeni rubano 5mila euro a una coppia di turisti

Un romeno di 42 anni, fingendosi agente di polizia, insieme a due complici, è riuscito a truffare due turisti che avevano con sé un’ingente somma di denaro. E’ accaduto nel centro di Roma, in via Emanuele Filiberto, dove due cittadini iraniani, sono stati avvicinati da 3 uomini, i quali, mostrando un tesserino con placca dorata, si sono qualificati come poliziotti effettuando un vero e proprio controllo sui malcapitati.  Alla richiesta di mostrare i documenti e gli averi in loro possesso, i due turisti hanno consegnato, ai finti rappresentanti delle forze dell’ordine, anche un ingente quantitativo di denaro contante: circa 10.000 euro.
Fingendo una breve verifica sui soldi, gli impostori ne hanno poi restituito solo la metà. Subito accortisi della mancanza e realizzando che stavano subendo una truffa, i due turisti si sono messi ad urlare attirando l’attenzione di una pattuglia della Polizia Penitenziaria e degli agenti del commissariato Trevi-Campo Marzio. Fuggiti in direzioni diverse, due dei 3 sono riusciti a dileguarsi, mentre C.A. – queste le iniziali dell’uomo arrestato – è stato raggiunto dopo un breve inseguimento per le vie del centro; perquisito, è stato trovato in possesso di 2500 euro in contanti appena sottratti.  Il denaro recuperato è stato subito restituito ai legittimi possessori, mentre per il malvivente sono scattate le manette; sequestrato il suo finto tesserino. Proseguono le indagini degli investigatori del commissariato per individuare anche gli altri due finti poliziotti.