Razzi bloccato in Corea del Nord. Ma alla fine riesce a partire

Disavventura nordcoreana  per Antonio Razzi.  Il parlamentare di FI è rimasto a lungo  bloccato nella capitale della Nord Coreache la compagnia di bandiera Air Koryo ha posticipato il volo in partenza per Pechino. Il ritorno era previsto lunedì mattina ma è rimasto per l’intera giornata in Corea in attesa che la situazione si sbloccasse. Razzi  era a Pyongyang insieme al senatore Bartolomeo Pepe e a una troupe di Nemo, il programma di Rai 2 prodotto da Fremantle, composta dal giornalista Nello Trocchia e dal filmmaker Edoardo Anselmi. Razzi, prima di partire, aveva spiegato che andava in Corea in seguito a un invito formale ricevuto dal regime “per la Festa del Sole, per i 105 anni di Kim Il Sung, il nonno di Kim Jong-un. Sicuramente incontrerò il presidente della Repubblica”. 

Alla fine però la situazione s’è sbloccata e Razzi ha potuto prendere il volo per Pechino. “I nostri @Nellotro @EdAnselmi con @senantoniorazzi finalmente in Cina dopo che il loro volo dalla  #CoreaDelNord era stato posticipato”. E’ quanto si legge sul profilo  Twitter di NemoRai2 che posta una foto del gruppo inseme ad Antonio Razzi. Su Twitter il senatore ha spiegato che “il ritardo è stato per un problema ai radar”.