Rapina in casa: i ladri si nascondono nell’armadio. Poi i calci ai poliziotti

Due ladri si nascondono nell’armadio, uno scappa sul terrazzo, un altro sta sulla porta di ingresso dell’appartamento e l’ultimo in strada a fare il palo. Li sorprendono, così, gli agenti della Polizia intervenuti all’Eur, per una segnalazione al 112 di persone sospette all’interno di uno stabile in via dell’Astronomia.

Prima i ladri si nascondono nell’armadio, poi aggrediscono

Rocambolesco l’ingresso dei malviventi. Dopo essersi arrampicati lungo il tubo del gas esterno alla parete dell’edificio, in tre hanno raggiunto il quinto piano, poi, dopo aver forzato una finestra, sono entrati. Ed è stata proprio la finestra forzata a insospettire gli agenti, che si sono posizionati subito in modo da bloccare i quattro chiudendo loro tutte le possibili vie di fuga. Inutili i tentativi dei quattro banditi, la cui età risulta compresa fra i 22 e i 43 anni, di aggredire gli agenti con calci e pugni: i quattro malviventi sono stati bloccati insieme al complice e condotti in commissariato. A seguito dagli accertamenti, è emerso che a carico di uno di loro, un ragazzo di 23 anni, gravava anche un obbligo di dimora presso il comune di Cisterna di Latina. I cinque sono stati portati i carcere; dovranno rispondere in concorso di rapina aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e possesso ingiustificati di arnesi atti allo scasso.