Radiato il primo medico anti vaccini. L’Ordine dei medici si sveglia

«Grazie a Ordine medici Treviso per aver radiato primo medico per il suo comportamento non etico e antiscientifico nei confronti dei vaccini“. Qualcosa finalmente si muove, si decide. Dopo mesi di chiacchiere e di diatribe. E dopo anni di indecisione da parte dell’Ordine. L’annuncia del provvedimento è arrivato con un tweet del presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss), Walter Ricciardi. Il medico radiato dall’Ordine è Roberto Gava, già noto per le sue tesi contro le vaccinazioni, tesi di cui è considerato uno dei massimi paladini. Soddisfatta la ministra Lorenzin: “Farà giurisprudenza”.

Vaccini, punito il “comportamento non etico”

Vaccinarsi è un obbligo di legge per chi vuole accedere alle scuole pubbliche, ma il dottor Gava e i suoi legali non ci stanno e scomodano parole grosse, scomodando addirittura Galileo: «È stato condannato soltanto per le sue idee, idee ben fondate sull’esigenza di personalizzazione di ogni vaccinazione per prevenire i gravi pericoli e i vari danni da vaccino ai singoli pazienti, contro la vaccinazione indiscriminata di massa». Lo affermano in un post sul profilo Facebook del medico i suoi avvocati, Silvio Riondato e Giorgio Piccolotto.

Altri provvedimenti sono in corso

Mario Melazzini, direttore generale dell’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, ha osservato che «i vaccini sono i farmaci più sicuri in assoluto. Sono vigilati e monitorati come tutti gli altri. I vaccini sono uno strumento di prevenzione fondamentale che ha permesso di sconfiggere tantissime malattie ma soprattutto il reinsorgere di tante altre». Nel luglio dell’anno scorso la Federazione nazionale degli Ordini dei medici aveva chiarito a cosa andavano incontro i medici che sconsigliavano le vaccinazioni violando il codice deontologico. A 9 mesi di distanza ecco arrivare la prima sanzione estrema, e ci sarebbero almeno altri due provvedimenti in corso su professionisti «anti-vax» a Firenze e Venezia.