«Odio tutte le donne». Cristiano De Andrè prende a pugni la moglie

«Odio tutte le donne» e giù botte. Avrebbe urlato questa parole Cristiano De Andrè prima di prendere a schiaffi e pugni la sua compagna Ottavia Pojaghi Bettoni durante una lite “pubblica”. Secondo  i testimoni il musicista, figlio di Fabrizio De Andrè, avrebbe dato in escandescenze in un bar della centrale piazza Vittorio Emanuele, a Santa Teresa di Gallura, in Sardegna.

De Andrè prende a pugni la compagna davanti a un bar

«Credo fosse ubriaco – racconta alla Nuova Sardegna una ragazza che ha assistito all’episodio –  stava fuori da un bar, gridava “io sono un uomo che odia le donne. Dovete morire tutte…” e frasi simili. L’ho visto prendere per i capelli la giovane compagna. Poi le ha dato un cazzotto». In piazza sono arrivati subito i carabinieri che hanno caricato in auto De Andrè (che non risulta essere in stato di fermo) La donna è stata portata via in ambulanza. Non è la prima volta che De Andrè è protagonista di episodi di violenza.  Bevo come mio padre», aveva ammesso in un’intervista-confessione. E infatti sarebbe stato già alterato quando è entrato nel bar di Santa Teresa di Gallura, dove avrebbe però continuato a bere. E la discussione con Ottavia (anche lei su di giri, secondo le testimonianze) è subito degenerata. Il binomio botte e alcol non è nuovo per il figlio del grande Faber. Alcuni anni fa Cristiano è finito in manette per aver aggredito due militari a Santa Margherita Ligure. Solo poche settimane fa la figlia Francesca, ospite di Domenica Live, lo ha accusato di aver «massacrato di botte sua sorella.