«Non è decoroso per Venezia»: stop al kebab in piazza dalla giunta Brugnaro

Stop a kebab e street food in centro  storico a Venezia. La Giunta comunale, presieduta dal sindaco Luigi  Brugnaro, ha approvato la limitazione all’esercizio di attività non  compatibili «con le esigenze di salvaguardia del decoro e delle tradizioni di Venezia». Ciò significa che d’ora in poi saranno le  attività: «Le cui modalità di preparazione e vendita siano finalizzate al consumo su pubblica via», per favorire le realtà che possano  offrire un servizio di qualità. Sarà quindi vietata l’apertura di  nuove attività di vendita e di produzione di prodotti alimentari, ad  esclusione delle gelaterie artigianali.

La Giunta comunale, infatti, riunitasi questa mattina, ha approvato,  su proposta dell’assessore al Commercio, Francesca Da Villa, una delibera contenente «Misure limitanti l’esercizio di attività non compatibili con le esigenze di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale di Venezia». Il testo prende spunto dalle indicazioni del Consiglio comunale del 30 marzo scorso quando è stata approvata una mozione presentata dal presidente della Commissione Commercio Paolo  Pellegrini.

Nella mozione si chiedeva al Sindaco e alla Giunta di ‘«presentare una proposta di deliberazione al Consiglio comunale di Venezia per delineare misure miranti a limitare l’esercizio di attività non compatibili con le esigenze di salvaguardia del decoro e delle  tradizioni di Venezia, con particolare riferimento alle attività di  vendita e di produzione di prodotti alimentari, localizzate nelle aree di maggiore afflusso turistico della Città Storica e delle isole di  Murano e Burano, le cui modalità di preparazione e vendita siano finalizzate al consumo su pubblica via».