No Moretti, no party: nessun film italiano sarà in gara a Cannes

Ora, con la conferenza stampa che si è appena conclusa a Parigi, e dopo la presentazione del direttore Thierry Fremaux e del presidente Pierre Lescure, è ufficiale: il 70° Festival del cinema di Cannes non vedrà sfilare in gara sulla croisette nessun titolo italiano. Tra i 18 lungometraggi in calendario dall 17 al 28 maggio prossimi, infatti, non risulta selezionato per il concorso cinematografico d’oltralpe nessun titolo made in Italy. L’unica nota tricolore della rassegna cinefila francese, allora, sarà la presenza di Monica Bellucci – attrice umbra di nascita, ma francese d’adozione, peraltro – che sarà a Cannes in veste di madrina della manifestazione

Nessun film italiano in gara a Cannes

Proprio così: tra i 49 titoli selezionati, tra cui 18 in competizione e 16 nella rassegna Un Certain Regard spazio a ben 29 Paesi rappresentati nelle varie vetrine del Festival, contro i 27 dell’anno scorso e comprese 9 opere prime ( 7 nell’edizione 2016, 5 in quella 2014), ma tra tagli e nuovi inserimenti, il nostro cinema d’autore non ha trovato spazio nella sezione principale del concorso. Infatti, Fortunata, il film di Sergio Castellitto con Jasmine Trinca e Stefano Accorsi, è stato selezionato nella sezione Un Certain Regard, così come Après la guerre di Annarita Zambrano. Il sipario si è aperto, insomma, ma lo scenario è sempre lo stesso: tanta attenzione alle cinematrografie emergenti, una strizzatina d’occhio all’avanguardia di casa, tribuna d’onore per le pellicole terzomondiste e tanta puzza sotto il naso per quel che riguarda le proposte del Belpaese. Insomma, lasciate ogni speranza o voi che entrate a Cannes: potrete ambire alla corsa per la Palma d’oro se vi chiamate Nanni Moretti.