Milano, class action contro Sala per i furti al cimitero monumentale

Parte la class action contro il sindaco di Milano, Sala, per i continui furti perpetrati nel cimitero monumentale di Milano.
La Decima sezione del Tribunale di Milano ha, infatti, deciso di ammettere l’azione collettiva presentata dall’associazione dei consumatori, Codacons contro il Comune di Milano per i saccheggi avvenuti, il 16 marzo scorso al cimitero Monumentale di Milano.

Quel giorno il camposanto più importante del capoluogo lombardi venne pesantemente saccheggiato con furti di numerosi monumenti, manufatti ed opere d’arte che adornavano alcune tra le più prestigiose tombe presenti.

Il Codacons, accogliendo le lamentele di alcuni cittadini che si erano rivolti all’associazione per denunciare quanto avvenuto al Cimitero Monumentale, ha presentato un’azione nei confronti del Comune di Milano, responsabile della manutenzione e vigilanza del camposanto milanese.

Per questo il Codacons ha citato in giudizio il Comune chiedendo la condanna al risarcimento patrimoniale e non per tutti i danni subiti dai titolari
di concessioni cimiteriali.