Milano, boom di richieste di porto d’armi: il cittadino si sente insicuro

Dopo i recenti episodi di violenza nel Nord Italia, a Milano è boom di richieste di porto d’armi. Lo riporta il quotidiano Repubblica che ricorda le parole del questore meneghino Marcello Cardona: “Da quando sono arrivato, non ho mai smesso di firmare dinieghi”, ha spiegato Cardona. Da qualche mese infatti si registra un aumento esponenziale delle richieste di vuole poter detenere un’arma in casa e addosso. Cardona sottolinea che “al di là della diminuzione dei reati quella che attende le forze dell’ordine è la sfida della percezione di sicurezza tra i cittadini. E questa sfida si vince con un rapporto costante e con una sempre maggior rapidità di intervento”. Proprio nelle ultime ore, ha ricordato il questore, un africano armato di due coltelli ha messo in pericolo la vita dei cittadini. mala situazione è stata risolta efficacemente in tempi brevi. Quindi, dice Cardona, le capacità di risposta alla criminalità ci sono, ma è la percezione della gente che è diversa. Repubblica nota che i numero e le statistiche indicano unanimemente che i reati sono in calo a Milano, a parte gli omicidi volontari. eppure la gente non si sente sicura. Tanto è vero che in un anno gli interventi delle volanti è praticamente raddoppiato: oggi sono 122mila, l’anno scorso erano stati 56mila. Anche lo spaccio delle sostanze stupefacenti è aumentato, così come il numero degli stranieri, triplicato.

Forza Italia da tempo denuncia la situazione a Milano

Nel dibattito è intervenuta anche Forza Italia: “Furti, rapine, sparatorie, siamo a Milano. Da mesi chiediamo più sicurezza, anche questo sabato eravamo con i nostri gazebo nei 9 Municipi. Tant’è che proprio mentre noi montavamo i banchetti per la nostra campagna su sicurezza e legittima difesa, in viale Monza c’era un delinquente a spasso armato di coltelli, che aggrediva i passanti La situazione è preoccupante. È da irresponsabili non fare nulla, l’amministrazione Pd deve intervenire”. Lo afferma coordinatore di Forza Italia a Milano, Fabio Altitonante, dopo che un uomo di origini africane ha seminato il panico in viale Monza, armato di due coltelli, ed è stato fermato dalla Polizia. “Bene l’intervento della Polizia, costretta a sparare, ma ormai non basta più. Il Comune ridia dignità alla Polizia Locale, con più agenti nei quartieri, al posto di usarli per fare cassa con le multe o a fare passerelle con la Ferrari. Questi episodi non sono più tollerabili, la gente ha paura a uscire di casa, non solo di notte, ma anche in pieno giorno. I cittadini chiedono più sicurezza e noi siamo al loro fianco”.