Michele Scarponi muore travolto da un furgone: ciclismo italiano in lutto

Tragedia nel mondo del ciclismo. E’ morto Michele Scarponi, vincitore del Giro d’Italia 2011. Il ciclista azzurro è stato investito questa mattina da un furgone ad un incrocio mentre si allenava in bicicletta a Filottrano, in provincia di Ancona. “E’ una vera tragedia, Michele era un uomo squadra di grande professionalità”, ha detto a caldo il presidente della federciclismo, Renato Di Rocco. Sgomento nel mondo del ciclismo per la terribile notizia della tragica scomparsa di Scarponi. Il campione azzurro, travolto da un furgone mentre si allenava sulle strade di casa, era appena tornato dal Tour of the Alps, dove aveva ritrovato la gioia della vittoria nella prima tappa a Hungerburg, in Austria. Secondo le prime ricostruzioni sulla dinamica dell’incidente, Scarponi è stato travolto ad un incrocio su Via dell’Industria a Filottrano da un furgone. Professionista dal 2002, grande scalatore, ha vinto il Giro d’Italia 2011 dopo la squalifica di Alberto Contador. Il Presidente della Federciclismo, Renato Di Rocco, nell’esprimere il profondo cordoglio anche a nome del movimento ciclistico italiano per la scomparsa di Scarponi, ha subito invitato ad osservare minuto di raccoglimento in tutte le gare ciclistiche.