Melania Trump compie 47 anni: il tweet di Donald innesca una polemica

“Happy Birthday to our First Lady, Melania!” si legge sull’immagine che gli account social a nome ‘realdonaldtrump’ hanno pubblicato per augurare buon compleanno a Melania Knauss Trump, 47 candeline, moglie del presidente degli Stati Uniti d’America, che ieri ha compiuto 47 anni. Un messaggio affettuoso alla moglie, ex modella, che da 10 anni è al su fianco, subendo, di riflesso, campagne offensive al limite della diffamazione. Melania Trump ha   deciso di trascorrere il suo primo compleanno da first lady a Washington con un pranzo alla Casa Bianca in compagnia delle mogli dei senatori repubblicani.

Madre dell’unico figlio Barron William, (oggetto anche lui di offese) il quinto di Donald Trump, Melania si è sempre mostrata vicina al marito durante la campagna elettorale, preferendo adottare un profilo basso e lontano dalle scene da quando il popolo americano ha scelto il ricco imprenditore come 45esimo presidente americano. Di lei si è detto e insinuato di tutto, dalle ombre su un passato professionale poi fugate con tanto di scuse, al velo di tristezza che avvolgerebbe la sua vita, dorata solo in apparenza. È passata attraverso un’ingiustificata presa di posizione da parte degli stilisti più quotati che si sono rifiutati dei vestirla ufficialmente, solo perché moglie dell'”odiato” Donald Trump. A Dolce e Gabbana, che invece l’hanno vestita, sono arrivate persino minacce dal web.  Contrariamente alla consuetudine, Melania ha deciso di continuare a vivere a New York, nella Trump Tower, lontana dagli ambienti presidenziali della Casa Bianca per permettere al figlio di terminare la scuola.

Melania, polemiche anche sul biglietto di auguri

A dimostrazione di quanto Melania sia sotto tiro malevolo è la polemica innescata sull’errore di Trump nel biglietto di auguri. Nella cartolina  la bandiera a stelle e strisce stampata su di essa contiene un errore: le stelle a rappresentanza degli Stati federati, invece di 50, erano solamente 39. Ad accorgersi dell’errore “geografico” è stata Christina Wilkie, giornalista dell’Huffington Post, che ha spiegato sul social cinguettante il perché l’augurio a Melania rischiava di trasformarsi in un boomerang per il marito. Che esagerazione. Certo, questi errori grossolani andrebbero evitati. Ma usare la lente di ingrandimento persino sui biglietti di auguri interfamiliari è francamente meschino.