Marito geloso picchia un 18enne con una spranga e lo riduce in fin di vita

Un’aggressione violenta, bestiale, forse causata da un’occhiata di troppo o da qualche chiacchiera di paese. Protagonista un giovane di 18 anni di Lavello, in provincia di Potenza, che è stato violentemente picchiato, con una spranga di ferro di circa ottanta centimetri, da un uomo che serba rancore perché geloso della moglie. Il giovane è ricoverato presso l’ospedale di Melfi, con gravi lesioni anche se non è in pericolo di vita, mentre l’aggressore è stato denunciato per lesioni aggravate e minacce.

Stando alla ricostruzione degli agenti del commissariato di polizia di Melfi, il giovane è stato vittima di una brutale aggressione da parte di un 36enne del posto, mosso dalla gelosia per una presunta relazione sentimentale della moglie con il ragazzo. L’uomo ha affrontato il giovane per strada e lo ha colpito con la spranga in ferro in varie parti del corpo. In ospedale la vittima ha subito l’asportazione della milza, compromessa a seguito dei ripetuti colpi, ed ha riportato anche lesioni multiple ed un trauma facciale. Una vera e propria vendetta in stile malavitoso, che rischiava di costare la vita a un ragazzo forse colpevole di aver corteggiato la donna sbagliata.