L’ultima follia del mercato: i jeans sporchi di fango a 418 euro. E c’è chi li compra

È l’ultima follia del mercato. È l’ultima costosissima proposta della moda rivolta ai giovani importata da Oltreoceano: jeans ricoperti di finto fango venduti a 418 euro. Se vuoi essere fashion, quindi, niente più jeans strappati e sfilacciati, ormai demodé. Il capo più amato e trasformista al mondo ha cambiato di nuovo pelle, scatenando la furia del popolo del web. A far discutere gli utenti, però, non sono buchi e toppe, ma i jeans Barracuda Straight Legs del brand Prps, ricoperti di enormi macchie di finto fango. Il modello viene venduto dal sito Nordstrom, catena della grande distribuzione made in Usa, a 418 euro (420 dollari) e stando a quanto si legge online, si ispirerebbe  «ai duri indumenti da lavoro americani». Sui social, neanche a dirlo, è scoppiata una vera e propria bufera.

Jeans infangati, uno schiaffo ai lavoratori

Visto il costo stellare dei jeans effetto mud wrestling (lotta nel fango), più che un omaggio a chi svolge ogni giorno mestieri sporchi e usuranti, è una presa in giro ai lavoratori, è questo il filo rosso dei commenti sulla rete. Ad accendere la polemica è stato il conduttore americano Mike Rowe sul proprio profilo Facebook : «I Barracuda Straight non sono pantaloni – ha scritto – non sono nemmeno moda. Sono un costume per le persone ricche che vedono il lavoro ironico – non iconico».