A Londra, diciottenne di Genova trovata morta in casa. È “giallo”

Una diciottenne di Genova è stata trovata morta all’interno dell’appartamento dove viveva a Londra. A scoprire il corpo senza vita della ragazza, venerdì, è stata un’amica, allertata dalla madre della giovane che da Genova non aveva notizie della figlia dal 25 aprile scorso. La ragazza viveva nella capitale britannica da tempo, si era trasferita a Londra per lavorare come cameriera in un pub. La famiglia vive invece nel centro di Genova. Non riuscendo a comunicare con la figlia, la mamma aveva contattato alcuni amici della giovane, che vivono anche loro a Londra, per chiedere notizie. Da lì la tragica scoperta.

Giallo sulla morte a Londra di una ragazza di Genova

Della morte è stata informata anche la Procura del capoluogo ligure: il consolato italiano a Londra, dopo aver accertato la morte della ragazza, ha dato comunicazione ai carabinieri del comando di Carignano a Genova che hanno avvertito la famiglia. In Procura sono arrivati gli atti relativi alla vicenda, “non costituenti notizia di reato”. Al momento non ci sono ipotesi di reato e non sono state sporte denunce da parte della famiglia alle autorità italiane. Secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti inglesi, che svolgono le indagini, la ragazza non era stata bene negli ultimi giorni, per questo non si era recata al lavoro. Nonostante la giovane età non si esclude l’ipotesi di un malore fatale. Si attende l’esito delle indagini per chiarire le circostanze della morte