Liberia, una malattia misteriosa uccide 11 persone. E rievoca l’incubo Ebola

Liberia, si riaffaccia l’incubo di una possibile epidemia: un virus al momento sconosciuto – e che le autorità sanitarie escludono possa essere quello dell’Ebola – ha già ucciso 11 persone, mentre almeno altre 9 sono rimaste infettate e versano al momento in gravi condizioni.

Liberia, una malattia misteriosa uccide 11 persone

Dunque, la Liberia torna a vivere l’incubo del virus letale, al momento anche misterioso, di cui non si conosce origine e capacità di contagio. Quel che è certo è che al momento ha infettato 19 persone, 11 delle quali non sono riuscite a contrastarlo e a sopravvivergli. Al momento, quindi, le autorità sanitarie brancolano nel buio: come riconosciuto ai microfoni di una radio nazionale da Francis Kateh, responsabile dei servizi medici della Liberia, quanto rilevato finora ha permesso solo di stabilire che i pazienti infettati con la «strana» malattia hanno mostrato sintomi comuni che comprendevano forti dolori di stomaco e mal di testa, e che i test iniziali hanno escluso che si tratti del virus Ebola.

Si riaffaccia l’incubo dell’epidemia di Ebola

Ma anche solo sospettare una sua possibile recrudescenza ha seminato il panico in Liberia che, come noto, insieme alle vicine Guinea e Sierra Leone, è stato uno dei tre Paesi maggiormente colpiti dall’epidemia di Ebola, che tra il dicembre 2013 e la metà del 2016 ha ucciso oltre 11.000 persone. Per il resto è buio totale: non si sa cosa provochi la malattia misteriosa e dunque si ignora totalmente come combatterla. Nel frattempo, campioni di sangue sono stati inviati per le analisi al Centro per il controllo delle malattie (Cdc) degli Stati Uniti ai quali è stato reso noto un solo sospetto dei medici della Liberia relativo al virus sconosciuto: che possa essere trasmesso attraverso il contatto fisico.