L’Eta riconsegna le armi: svelata la lista di tutti gli arsenali

Per l’Eta è il giorno del disarmo totale. L’organizzazione separatista basca, che aveva rinunciato alla lotta armata nel 2011 ma è tuttora classificata come organizzazione terroristica dall’Ue e dagli Stati Uniti, ha annunciato con un giorno d’anticipo il completamento del suo processo di disarmo, inviando una lettera in esclusiva alla Bbc. «Con la consegna di tutti arsenali, l’Eta diventa una organizzazione disarmata», si legge tra l’altro nella lettera.

L’Eta fornisce una lista di 12 depositi di armi

L’Eta ha attuato il disarmo fornendo alla polizia una lista di 12 depositi di armi ed esplosivi, che rappresenterebbe ciò che resta del suo arsenale, situati nel sudovest della Francia, nel dipartimento Pyrénées-Atlantiques, la regione basca francese alla frontiera con la Spagna sulla costa atlantica.

L’opinione degli esperti di terrorismo

Secondo esperti di terrorismo citati da Le Figaro, l’arsenale comprenderebbe 130 armi e due tonnellate di esplosivi, la maggior parte dei quali rubati in Francia. Gli stessi esperti parlano di un’organizzazione allo stremo, di cui farebbe parte appena una trentina di persone. Al movimento clandestino è attribuita la responsabilità di 829 morti: finora disarmo e dissoluzione chiesti da Madrid e Parigi erano stati respinti dal gruppo, che chiedeva un negoziato sui suoi membri detenuti in carcere: circa 360, 75 dei quali in Francia.