L’Espresso rilancia il suo incubo preferito: aiuto! Berlusconi può vincere

“Caimano is back”… L’Espresso lancia l’allarme, riportando Silvio Berlusconi in copertina e avanzando profezie sul futuro del centrodestra – “Rieccolo, perché Berlusconi può vincere ancora” – in grado di evocare ancora una volta il “nemico di sempre”, l’uomo di Arcore, l’unico in grado tuttavia di rompere lo schema binario Pd-M5S. 

Sono vari i fattori che giocano a favore di Berlusconi, ma il più eclatante è sicuramente la divisione a sinistra. Un altro fattore importante è costituito dal fatto che troppo spesso l’uscita di scena di Silvio Berlusconi è stata data per definitiva sbagliando le previsioni. Così, ricorda L’Espresso, avvenne nel 2014, quando il Cavaliere decaduto e condannato rientra il gioco con il Patto del Nazareno. E l’anno dopo la scelta di Renzi per il Quirinale, non concordata con Berlusconi, si rivela come l’inizio della parabola discendente dell’ex premier. 

E ora? Adesso, si legge in un altro servizio del settimanale, “vecchi alleati ed ex delfini fuggiti altrove” sembrano in preda a “crisi di nostalgia”. Mentre c’è alle porte la prova amministrativa di Genova, dove Marco Bucci, il chirurgo sostenuto da Lega, FI, FdI, Fitto e Lupi, potrebbe vincere approfittando dello sconcerto della base Cinquestelle dopo il siluramento della candidata scelta online, Marika Cassimatis. La caduta della roccaforte di Genova potrebbe rappresentare il colpo fatale per la sinistra. E allora davvero le chance del centrodestra apparirebbero solide e non trascurabili. 

espresso