La Merkel “benedice” Macron: «Sarà un presidente forte». E se la ride

Emmanuel Macron riceve la benedizione di Angela Merkel. Un colpaccio o una iattura per il candidato favorito alla corsa all’Eliseo, che negli ultimi giorni però sta perdendo terreno a vantaggio di Marine Le Pen? «Se vincerà Emmanuel Macron sarà un presidente forte», ha detto la cancelliera tedesca in un’intervista alla Redaktionsnetzwerk Deutschland, capofila dell’establishment europeo che si è sperticato in un coro di endorsement a favore del leader di En Marche. Più che un auspicio, quello di Frau Merkel, ha il sapore di un messaggio cifrato all’ex ministro del governo Hollande, coccolato dai banchieri e sponsorizzato dalla grande finanza, perché non si metta di traverso alla cabina di regia tedesca in Europa.

Merkel: Macron sarà un presidente forte

Non a caso, la cancelliera ha sottolineato come l’amicizia franco-tedesca sia «indispensabile per i due Paesi, ma anche per l’Unione europea». Un’opa sul futuro presidente francese, anche se la partita con la leader del Front national è apertissima, per suggellare un nuovo asse Berlino-Parigi contro il presunto pericolo populista. Ritraendo Macron come un futuro presidente dal piglio sicuro, la Merkel ha voluto replicare all’accusa che il candidato francese sia “il cagnolino tedesco”. «Questa espressione è semplicemente assurda – ha detto – ogni capo di governo, proprio come la cancelliera tedesca, rappresenta gli interessi del proprio Paese e della sua gente».