La Corte suprema russa: «Testimoni di Geova gruppo estremista»

La Corte suprema russa ha  riconosciuto i Testimoni di Geova come «gruppo estremista» e dato il via libera al sequestro dei beni del culto religioso cristiano. La  sentenza conferma la mozione del ministero della Giustizia per il  bando delle attività dei Testimoni di Geova in tutta la Russi In gennaio, i Testimoni di Geova erano già stati bollati come gruppo  estremista dal tribunale di Mosca, ma erano ricorsi in appello.  Secondo il suo sito web, il culto è titolare di 395 entità legali in  Russia. Le autorità hanno già chiuso otto loro sedi con l’accusa di  estremismo. «Si tratta di decisioni basate su prove false e minate da errori procedurali», si legge sul sito.