Insegnante di sostegno abusa di una bimba di 8 anni. Le violenze sui disegni

Nella periferia di Roma si è consumata un’altra storia fatta di abusi nei confronti di una bambina: a compierli il suo insegnante di sostegno. Gli agenti del commissariato di San Basilio hanno arrestato l’insegnante di sostegno, con l’accusa di aver abusato sessualmente in più di un’occasione, della bimba di otto anni che gli era stata affidata nella scuola dove lavorava alla periferia della Capitale. I poliziotti, come riporta il Messaggero, hanno bussato all’appartamento dell’uomo, notificandogli un’ordinanza di arresti domiciliari per violenza sessuale aggravata su minore. A far venire a galla le presunte violenze è stato il comportamento anomalo della bambina, che aveva perso appetito e non voleva più andare a scuola.

Insegnante di sostegno denunciato da scuola e genitori

A far nascere dubbi sul suo stato psicofisico anche i disegni che la piccola aveva cominciato a fare in classe e a casa, pieni di ombre e presenze oscure su di lei. Tanto è bastato per far scattare l’inchiesta – secondo quanto riportato ancora dall’edizione romana de il Messaggero – dopo la denuncia presentata da insegnanti e genitori. La bambina, ascoltata in sede protetta da psicologhe specialiste, ha infine raccontato gli abusi e le sue paure. In casa dell’uomo sarebbe stato trovato anche materiale pedopornografico.