“Il cuoco di Salò”, quando la Rai oscurò il capolavoro di De Gregori (video)

De Gregori, benché sicuramente antifascista, qualche anno fa scrisse e cantò una delle sue più belle canzoni. Vinse anche un premio importante. Ma la Rai e i media più ascoltati l’hanno sempre sottaciuta.

E allora in aprile eccone le strofe principali.

Alla sera vedo donne bellissime
Da Venezia arrivare fin qua (…)
Sono attrici scappate da Roma
O cantanti non ancora famose(…)
Al mattino non hanno pudore
Quando scendono per colazione
Puoi sentirle cantare (…)
Se quest’acqua di lago fosse acqua di mare
Quanti pesci potrei cucinare stasera
Anche un cuoco può essere utile in una bufera
Anche in mezzo a un naufragio si deve mangiare
Che qui si fa l’Italia e si muore
Dalla parte sbagliata
In una grande giornata si muore
In una bella giornata di sole
Dalla parte sbagliata si muore
E alla sera da dietro a quei monti
Si sentono colpi non troppo lontani
C’è chi dice che sono banditi
E chi dice Americani (…)
Se quest’acqua di lago potesse ascoltare
Quante storie potrei raccontare stasera
Quindicenni sbranati dalla primavera
Scarpe rotte che pure gli tocca di andare
Che qui si fa l’Italia e si muore
Dalla parte sbagliata
In una grande giornata si muore
In una bella giornata di sole
Dalla parte sbagliata si muore
……
Qui si fa l’Italia e si muore.