I valori “corretti” e quelli “naturali”: questo è il tempo che ci è dato da vivere

E’ Pasqua, tempo di Quaresima e di Resurrezione. Speriamo che accada anche a noi. Mons. Domenico Fisichella, allora Cappellano della Camera dei Deputati, qualche anno fa ad un incontro con un gruppo di Parlamentari in una fase tra le più opache della vita politica italiana, fatta di opportunismi, tradimenti ed azioni scellerate, ci disse: “questo è il tempo che ci è stato dato di vivere”. Esattamente questa è la dimensione attuale dei valori prevalenti, dei comportamenti e delle relazioni tra le persone e tra gli Stati. Da anni vige una sorta di “nuovo Vangelo”, di “Sacre Scritture laiche” che stabiliscono abusivamente ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Tutto dissennato. Vediamo qualche caso. 

1. Vengono violate tutte le leggi naturali, le uniche fondate, in qualunque tipo di pensiero filosofico o ideologico. I figli non nascono più da una madre, ma da due uomini o da due donne, attraverso la violazione della fecondazione e la procreazione artificiale. Si può fare, lo dice la nuova scienza. 

2. L’uomo onnivoro ha sempre mangiato cibi diversi, perchè questo serve al suo organismo, vegetali, carne, pesce. Normale. Ora non più. Bisogna mangiare vegetale, anzi vegano, e si possono alimentare i figli secondo i convincimenti irrazionali dei loro genitori. Qualcuno muore, ma si può fare. 

3. Le conoscenze scientifiche ci portano a curare le malattie, pur tra incertezze, ma con le migliori risorse possibili. Ma anche questo è sbagliato. Si possono non vaccinare i figli, magari determinando il ritorno di malattie infettive sconfitte da decenni e mettendo in pericolo la salute degli altri, nelle scuole o nei luoghi di lavoro. C’e’ sempre qualcuno che vuol curare un tumore con la medicina naturale o la dieta alimentare, salvo a farlo morire. Ma anche questo è più che lecito. 

4. I figli non vanno educati e non gli vanno date regole. Debbono crescere “liberi” secondo il loro istinti. Debbono essere felici e poter fare ciò che vogliono. Poi picchiano i compagni di scuola, umiliano i loro pari, magari attraverso i social, vivono vite sregolate, si drogano, perchè è lecito. Alla fine uccidono i loro stessi genitori, o qualche amico che sciaguratamente viene scelto per qualche imponderabile motivo o soprattutto finiscono male. Ma è tutto corretto. 

5. Il sesso non è quello naturale determinato dalla biologia e soprattutto, udite udite, dagli organi genitali. No, è quello che viene pensato dalle libere fantasie di ciascuno. L’accoppiamento è solo una congiunzione occasionale senza alcuna relazione . E non parlo di unioni legali come il matrimonio o quant’altro, dico solo che un rapporto sessuale non può solo essere un atto meccanico, dovrebbe esserci uno straccio di relazione umana. Ma anche questa è una sciocchezza. Per gli incontri c’è internet. 

6. Ogni “cittadino del mondo” va aiutato. In Italia l’accoglienza ha i profughi, cioè i clandestini, coloro che entrano illegalmente dentro i confini, che vengono mantenuti a 35 euro al giorno, cioè 1050 euro al mese, più le spese generali dello Stato per il soccorso ed il sostegno. In Italia, un invalido grave percepisce 280 euro al mese. Il pensionato minimo circa 400 euro al mese, ed ha versato i contributi tutta la vita. Ma anche questo ovviamente è più che corretto. 

7. Se rubi nelle case, scippi, rapini, addirittura provochi la morte di una persona in un incidente stradale perchè drogato o ubriaco, ferisci o uccidi, anche se vieni arrestato in fragranza di reato o perchè gravemente indiziato, vieni subito liberato in attesa di processo. Se poi vieni condannato non sconterai la pena, a meno che non sia superiore a tre anni; se li superi farai mezza pena con la detrazione della buona condotta e usufruirai pure di tutti i benefici e le garanzie previste dalla legge per il recupero sociale. Corretto, estremamente corretto. 

8. Se sei la vittima di un reato dovrai pagarti l’avvocato, farti carico dei danni a tue spese e forse, ma molto forse, dopo anni potrai avere un risarcimento che non ti ripagherà mai del torto e purtroppo, molto spesso, anche la famiglia della vittima di una piccola ristorazione del danno materiale, biologico ed esistenziale subito. Nella maggior parte dei casi non accade nulla. L’imputato ha diritto al gratuito patrocinio legale, la vittima e la sua famiglia non ha diritto a niente. Ma è tutto giusto. 

9. Chi si dà da fare e riesce a procurarsi un pò di reddito, quasi mai riesce ad avere una casa popolare o un contributo occasionale da parte di un Comune. Chi è indigente, vive di contributi pubblici, magari spesso delinque, o viene da altri Paesi, è sempre tra i primi nella graduatoria per l’attribuzione di case costruite con i soldi degli italiani, che pagano e devono subire. Ma anche questo è politicamente corretto. 

10. Se sei un italiano devi stare attento a rispettare le regole della strada, a pagare l’assicurazione dell’auto, se sei commerciante ad avere la licenza commerciale e sanitaria in ordine, la merce regolarmente contabilizzata e pagare le tasse urbanistiche dei rifiuti, se sei un imprenditore la Guardia di Finanza o l’Agenzia delle Entrate possono metterti a ferro e fuoco e farti fallire, ma se sei un abusivo, un extracomunitario o un delinquente sta tranquillo, non ti succederà niente, mai nulla. Non sei tecnicamente perseguibile e nessuno si sognerà neppure di provare ad inquisirti. Regolarissimo. 

11. Se sei un inquilino che per morosità non hai potuto pagare l’affitto, attenzione, perchè verrai sfrattato. Ma se hai occupato abusivamente una abitazione, nessuno si sognerà mai di mandarti via. Questa è la vera normalità. 

12. Se perseguiti delle persone, hai comportamenti inaccettabili, le molesti o le aggredisci, se provochi o non rispetti le regole, stai tranquillissimo. Sono gli altri che devono stare attenti perchè hanno tutto da perdere. La legge garantisce tutti i tuoi diritti a far come vuoi. Sono gli altri che devono cambiare casa, abitudini e stili di vita, e debbono pure stare attenti se no possono passare dei guai. E’ tutto corretto. 

13. Se qualche componente delle Forze dell’Ordine, nell’esercizio delle sue funzioni di contrasto alla criminalità, involontariamente commette qualche atto che possa determinare danno a qualcuno, attenzione: sarà condannato, potrebbe perdere il posto e sarà chiamato a risarcire personalmente le “vittime”. Questa è giustizia ! 

14. Se un Magistrato, magari per motivi ideologici o perchè gli stai antipatico, ti mette sotto tiro, può massacrarti con indagini, avvisi di garanzia, rinvii a giudizio, sequestri cautelativi e condanne provvisorie. Se poi sarai assolto e riuscirai tra difficoltà e disastri economici a farti assolvere, al Magistrato non succederà nulla e tu e la tua famiglia soffrirete conseguenze per tutta la vita. Questa è la legge. 

15. Se tu sei onesto e ti serve un prestito in banca avrai mille difficoltà ad ottenerlo, dovrai portare mille carte, documenti e garanzie di ogni tipo e comunque sarai affidato per piccole cifre. Ma se sei uno spregiudicato, un faccendiere, un bancarottiere e chiedi milioni di euro, magari passando sottobanco ai dirigenti della Banca un pò di quello che la Banca stessa ti elargisce, allora la tua pratica corre veloce, non avrà bisogno di garanzie e puoi tranquillamente non restituire un euro. Tanto ci sono gli incagli, le sofferenze e i crediti inesigibili. Pagheranno i risparmiatori, gli azionisti, lo Stato con i soldi di tutti i cittadini. Queste sono le regole europee, bellezza, e soprattutto sono le vere norme di “garanzia”. Correttissimo. 

Potrei continuare ad un numero infinito, citando pubbliche amministrazioni, sanità, norme, regolamenti e quant’altro. Questa è la società che fin qui è stata costruita e che ci è dato di vivere. Finchè però lo vogliamo noi. E’ Pasqua, è tempo di Resurrezione. Occorre fare qualcosa, occorre ribellarsi, occorre mettersi di traverso, occorre affondare tutte queste “correttezze”. “Alle armi” si diceva prima dei moti rivoluzionari del primo Ottocento !