Frecce tricolori in lutto: muore d’infarto uno dei volti più noti (VIDEO)

Lutto nel mondo dell’Aeronautica militare. Il tenente colonnello Andrea Saia delle Frecce tricolori è morto per un infarto mentre si trovava al cinema con la famiglia. Saia, 45 anni, romano, aveva prestato servizio a Rivolto (Udine) fino al 2011, poi era tornato nella Capitale, presso lo Stato maggiore. L’ufficiale era molto popolare tra i sostenitori delle Frecce tricolori: per anni è stata sua la voce ufficiale della Pan, la Pattuglia acrobatica nazionale delle Frecce Tricolori, per le manifestazioni pubbliche.

L’ufficiale delle Frecce tricolori colpito da infarto al cinema

Il tenente colonnello, che era in licenza, è stato colto dal malore mentre si trovava in una sala cinematografica di Pradamano insieme alla famiglia per la proiezione di un film. È stato soccorso prima dai presenti in sala e poi dagli operatori sanitari accorsi d’urgenza sul posto, ma non c’è stato nulla da fare.

Il cordoglio dell’Aero Club per il lutto nelle Frecce tricolori

«Un grave lutto il 23 Aprile ha colpito la famiglia aeronautica: la perdita di un amico, un rapporto instaurato alla fine degli anni 90 con l’Aero Club, un punto di riferimento, la passione e l’entusiasmo e la professionalità di Andrea, del Colonnello Andrea Saia», ha commentato Mauro G. Zunino, Presidente onorario Aero Club Savona e della Riviera Ligure. «Speaker della Pattuglia Acrobatica Nazionale delle Frecce Tricolori, sino al 2011 è stato al nostro fianco negli eventi del ponente ligure, ascoltato, sino ad allora, da oltre 2.000.000 di persone che hanno affollato le aree delle manifestazioni e chissà quante altre dalla frequenza di Radio Onda Ligure che trasmetteva in diretta la sua voce per coloro che dalle colline, dalle terrazze, dai luoghi più impensati potevano assistere al meraviglioso spettacolo delle Frecce Tricolori con panorama mozzafiato senza trovarsi nella calca dell’evento».

Saia era stato lo speaker delle Frecce tricolori

Saia era entrato nell’Aeronautica militare nel 1993 come ufficiale di complemento e tre anni più tardi era entrato in servizio permanente. Prima di essere scelto per il ruolo di speaker per le Frecce Tricolori aveva lavorato presso la segreteria particolare del sottocapo di Stato Maggiore dell’Aeronautica. Alla Pan aveva curato le pubbliche relazioni, poi la promozione a tenente colonnello e la nuova destinazione a Roma. La notizia della sua improvvisa scomparsa ha commosso e turbato non solo il mondo dell’Aeronautica militare ma i tanti sostenitori delle Frecce tricolori, che per anni hanno avuto in Saia un punto di riferimento garbato e competente.

 

frecce-tricolori-1