Francia, terrorista spara contro la polizia. Due agenti feriti a La Réunion

Due agenti dei corpi speciali francesi sono rimasti feriti, per fortuna in maniera lieve, durante una operazione anti-terrorismo a Saint-Benoit, sull’isola de La Réunion, al largo del Madagascar. L’isola fa parte del dipartimento d’oltremare della Francia. Gli agenti erano impegnati in un blitz nell’abitazione di un sospetto terrorista islamico

Gli agenti colpiti dal terrorista

All’arrivo degli agenti l’uomo, un ventenne sospettato di essersi radicalizzato, ha aperto il fuoco con un fucile a pompa. Nel corso della sparatoria i due agenti sono rimasti feriti uno a un braccio e l’altro a una mano. La polizia a quel punto ha risposto al fuoco. L’uomo è stato ferito allo stomaco e le sue condizioni sono gravi. A dare la notizia della sparatoria è stata la stessa prefettura locale, con un comunicato in cui ha precisato che «l’uomo ha rifiutato di arrendersi e ha sparato con il fucile contro le forze dell’ordine». 

In casa trovato materiale per fabbricare esplosivi

Le forze anti-terrorismo sono arrivate al giovane, che si sarebbe convertito di recente all’Islam, ma sul quale non sono state fornite altre informazioni, seguendo la pista di internet: il presunto terrorista avrebbe inneggiato in rete alla jihad. Nel corso della perquisizione nella sua abitazione gli inquirenti hanno trovato materiale che poteva servire a fabbricare esplosivi.