FdI a Gentiloni: “Sulle armi chimiche di Assad non puoi avere certezze”

Per il presidente del Consiglio Gentiloni l’intervento americano in Siria si è sviluppato contro la base aerea da cui sono partiti gli attacchi con uso di armi chimiche. «Un crimine di guerra il cui responsabile è il regime di Bashar Al-Assad. Fratelli d’Italia presenterà un’interrogazione urgente all’esecutivo». Lo dichiara la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. Un’interrogazione, spiega, «per sapere quali sono le fonti che ha il nostro governo per affermare con certezza granitica che c’è stato un bombardamento con armi chimiche, che quel bombardamento è partito da una base aerea sotto il controllo del governo siriano e che il responsabile è senza ombra di dubbio il governo di Damasco».

“Sulla Siria Gentiloni ne sa più dell’Onu?”

«Se l’Italia è in possesso di informazioni certe e indiscutibili che né le Nazioni Unite né la comunità internazionale hanno al momento, chiediamo al Governo italiano di portarle a conoscenza del Parlamento e del Consiglio di Sicurezza dell’Onu dove la nostra Nazione siede come membro non permanente. In caso contrario, sarebbe grave constatare il fatto che il capo del nostro Governo faccia dichiarazioni così importanti e delicate sulla base di quello che legge sui social e di quello che gli viene comunicato al telefono da qualche Nazione estera», conclude.