Elton John ha rischiato di morire per un’infezione rara. Concerti annullati

Paura per Elton John. La leggenda del pop internazionale ha rischiato di morire a causa di un’infezione rara e maligna contratta durante un tour in Sudamerica, costringendolo a trascorrere due notti in terapia intensiva e annullare alcuni concerti negli Stati Uniti. Il musicista settantenne ora è fuori pericolo ed è in via di guarigione, tanto che si prevede un suo ritorno sulle scene all’inizio di giugno. A quanto ha spiegato un suo portavoce in una nota, Elton John si è sentito male in aereo, sul volo di ritorno dal Cile, e, appena sbarcato in Gran Bretagna, è stato ricoverato in ospedale, dove ha trascorso anche due giorni in terapia intensiva. Il cantante è stato dimesso sabato, è tornato a casa e sta meglio.

Elton John, annullati i concerti di aprile e maggio

Ma per un po’, niente concerti. «Ci dispiace informarvi che, per ragioni mediche, Elton John è costretto a cancellare il suo intero programma di esibizioni previste per aprile-maggio» a Las Vegas, è scritto nella nota del suo ufficio stampa. «Elton annulla anche la performance prevista per sabato 6 maggio a Bakersfield, in California». Nel testo, ripreso dall’agenzia Pa, compare poi una dichiarazione in prima persona attribuita a “sir Elton”. «Sono tanto fortunato ad avere i più incredibili e leali dei fan e mi scuso se sono costretto a deluderli», scrive il musicista, che si dice inoltre «estremamente grato nei confronti dello staff medico che si è preso cura di me in modo così eccellente».