Egitto, scoperta una tomba faraonica di 3500 anni fa con 6 mummie (video)

L’Egitto non finisce di regalare sensazionali nuove scoperte all’archeologia: è solo di 24 ore fa, allora, l’eccezionale ritrovamento nei pressi di Luxor di altre 6 mummie sepolte in una tomba faraonica risalente ad almeno 3.500 anni fa.

Rinvenuta in Egitto una tomba di 3500 anni fa con 6 mummie

Dunque, una missione di archeologi in quel ricchissimo forziere di tesori dell’antichità una missione di archeologi egiziani ha scoperto ancora una tomba che al suo interno nascondeva sei mummie e numerosi manufatti. Non solo: oltre alle mummie, infatti, nella necropoli di Draa Abul Nagaa, luogo del prezioso rinvenimento vicino alla più celebre Valle dei re, sono state rinvenuti anche dei sarcofagi in legno colorato e oltre 1.000 statue funerarie. Immediate sono arrivate le conferme della notizia e i ragguagli storici su quanto rinvenuto, da parte di Mostafa Waziry, il direttore generale delle Antichità di Luxor, citato dal sito del quotidiano locale al Ahram. Secondo Waziry, allora, la tomba risalirebbe al periodo della 21esima dinastia e apparterebbe a un giudice chiamato “Sahrat” o “Osrahar”; o meglio, a un nobile egiziano che svolgeva le funzioni di Giudice cittadino.

“Le sei mummie sono in buono stato”, ha anche aggiunto Waziry, che poi ha spiegato che “ciascuna mummia ha una maschera dorata” e che, nonostante le dimensioni comunque circoscritte della tomba, si tratta di un’importante scoperta per la presenza di un corredo funerario per lo più rimasto intatto. Inoltre, come anticipato, nella sala funebre sono state rinvenute bare in legno decorate, maschere funerarie e quasi mille statuine, per la maggior parte di terracotta e legno, oltre a una collezione di vasi di terracotta di varie forme e dimensioni.