#CarbonaraDay, la risposta “doc” all’oltraggio della ricetta francese (video)

Cipolla, pancetta, farfalline poi tutto a scaldare in una pentola con due dita d’acqua. Quindi scolare, aggiungere pepe, parmigiano, crema, erba cipollina e spezie varie qb e, infine, tanto per richiamare almeno alla lontana la ricetta che si sta tentando di replicare e di cui si profana invece il rito gastronomico ad ogni passo, un tuorlo d’uovo crudo al centro del piatto. Ma cos’ha a che fare questo guazzabuglio con la leggendaria carbonara? Davvero poco, qiasio niente.

Carbonara, un mito culinario “maltrattato” online

Prima di inorridire, però, occorre sapere che questa non è ovviamente, la ricetta tradizionale della mitica pasta alla carbonara, ma una sua irrispettosa interpretazione proposta su Youtube, ormai un anno fa, da Demotivateur Food Officiel: una rilettura di un classico della cucina romanache ha scatenato polemiche accese e ironia indignata sui social. per amore della verità va detto che il famoso video sarebbe stato rimosso da Demotivateur in un secondo momento, pur essendo comunque ancora reperibile online. Tanto è vero che, solo per avere anche una lontana idea della proporzione polemica che ha alimentato il caso – senza mai spegnerlo definitivamente – basta provare a digitare «Demotivateur» su Google: i primi suggerimenti che appaiono sono Demotivateur food e Demotivatuer carbonara. In risposta, allora, la community We love Pasta, in collaborazione con International Pasta Organization (Ipo) tentano ora di riportare la discussione culinaria sul tavolo della dissertazione social e, soprattutto, di puntare i riflettori, grazie a #CarbonaraDay, su uno dei piatti più amati dagli italiani. E non solo.

La carbonara tra “puristi” e “innovatori”

E allora: guanciale sì, pancetta no, e neanche bacon. Pecorino sì, parmigiano no. L’olio va messo? E l’albume? Aglio e cipolla vanno aggiunti? La pasta alla carbonara è una delle ricette italiane più amate al mondo, ma è anche la più controversa. Per i “puristi”, esiste solo una maniera per farla e 5 ingredienti: guanciale, pecorino, uovo, sale e pepe. Tra gli “amanti dell’innovazione”, invece, domina la convinzione che, essendo la pasta un piatto versatile, non devono esserci limiti all’interpretazione culinaria di questa ricetta. Il dibattito è aperto, allora, e sarà al centro del #CarbonaraDay, che si celebra domani, 6 aprile. Un evento ideato su Twitter da Ipo (International pasta organization) e Aidepi (Associazione delle industrie del dolce e della pasta) per celebrare questa ricetta così amata in tutto il mondo. Basterà seguire l’hashtag #carbonaraday, dalle 12 alle 14, per partecipare a un dibattito che vedrà blogger, food influencer, giornalisti e chef dire la loro su questo piatto e più in generale sul rapporto tra tradizione e contaminazione in cucina. L’evento avrà un secondo momento dalle 17 alle 19 (ore italiane) per far partecipare alla discussione sulla carbonara tutti i food lovers americani.